SAN MICHELE ARCANGELO - Petralia
Percorso:  Home > I Messaggi > II Messaggio del 30/9/2012

II Messaggio del 30/9/2012


 

Messaggi di San Michele Arcangelo dettati a Salvatore Valenti


30 settembre 2012


Sono Michele, servo generale Arcangelo del nostro Dio.
Oggi sono qui con voi perché Gesù nostro Dio vi ama tanto, desidera che vi convertite e vuole portarvi tutti con lui nel regno dei cieli.
Il Signore è triste a causa vostra, perché in mezzo a voi ci sono figli che invece di pregare e onorare Dio con la preghiera e con le opere, lo offendono e lo oltraggiano con la bestemmia e le opere di satana. Queste sono cose molto gravi; tutti coloro che commettono questo sono maledetti e soffriranno in questo mondo e dovranno pregare molto per vedere la luce dell'Onnipotente. Io vi dico che la notte dei bestemmiatori un giorno verrà illuminata da una pioggia di fuoco che brucerà lo spirito e tormenterà l'anima per l'eternità. Pentitevi finché siete in tempo e onorate il Signore con la preghiera e le opere che Gesù ha insegnato voi.
Il Dio padre ha amato il figlio, lo ha consolato nel momento più buio della vita terrena e il figlio ha onorato il padre offrendo il sangue per tutti voi.
Ora in mezzo a voi ci sono padri che sfruttano i figli e li abbandonano a loro stessi, così pure ci sono figli che fanno la stessa cosa con i loro padri.
Questi non vedranno la luce di Dio, ma dormiranno il sonno della morte e solo alla fine verranno svegliati da satana per essere condotti al fuoco eterno, e quando piangenti si rivolgeranno a me io risponderò: “Vi era stato detto, ora non posso far nulla perché è l' ultimo giorno e deve essere applicata la giustizia dell'Altissimo”.
Siete ancora in tempo, pentitevi e non fate più queste opere, pregate il Cristo che è misericordioso e vi perdonerà, perche tutto quello che fa il figlio è ben accetto al padre.
Commettono colpa grave tutti coloro che battezzati nella chiesa di Dio e consacrati col sigillo del Cristo, cercano l' Altissimo per altre vie e altri credi, sappiate che l' unica via per arrivare a Dio è Gesù. Lui stesso ha istituito la Chiesa, indicando in Pietro il suo successore, quindi io vi dico:
confessatevi, andate ogni domenica a messa e fate la santa comunione e solo così sarete un solo corpo con Cristo.
Chiunque di voi continui a convivere senza essere stato unito dalla Chiesa con il sacramento del matrimonio è nel peccato e solo riparando l'errore potrà presentarsi davanti a Dio. Nostro Signore Gesù vuole che rispettiate il sacramento del matrimonio, che non commettiate adulterio, che non vi separiate, ma amiate l’un l’altro. Alla fine sarete giudicati per le azioni che avete fatto.
Invito i sacerdoti, specialmente quelli impegnati nella battaglia contro il maligno, di rispettare il digiuno quaresimale e di invitare anche i fedeli a rispettare il digiuno; solo così rafforzerete la fede e sarete più forti nella battaglia contro le forze del male.
L' ultimo giorno sappiate che queste cose vi erano state dette.
Dopo aver rimediato gli errori, venite, ma venite con pentimento fede e devozione, ed io Arcangelo Michele per volere dell'Onnipotente con quest' acqua vi guarirò lo spirito e lo spirito curerà l' anima.
Adesso andate in pace e pregate, pregate, pregate nostro Signore Ges.


Scarica il pdf

 

| Powered by CMSimple| Template: ge-webdesign.de| html| css| Login